martedì 15 novembre 2011

Nostalgia di cucina, di amici e di una cucina. Chiacchiere ma non solo. Prima parte.

La nostalgia è un sentimento che in questo periodo storico della mia vita ho provato molte molte volte. In questi due anni, dopo la decisione (azzeccatissima) di lasciare la mia città e trasferirmi qui nella mia amata Toscana, i momenti di nostalgia ci sono stati, ed anche parecchi.
Nostalgia delle persone a cui tengo in una maniera particolare e che sono a Roma, e sono tante, gli amici, i parenti, le persone speciali che sono venute via con me, nel mio cuore ma che fisicamente sono a Roma e quindi non posso vedere magari con la frequenza con le quali le vedevo quando vivevo là.
Nostalgia delle cose che facevo, si ma poche e non ci vuole molto per capire quali fossero!
Il mio quartiere..... ogni volta che ci torno lo vedo con occhi diversi....  continuo ad amarlo e a dispiacermi ogni volta che ci ritorno per come lo vedo cambiare...!
Gli amici. Non avrei mai pensato trasferitami qui, di crearmi delle amicizie, così, serenamente, mi dicevo, è difficile e chissà, io non sono un tipo intraprendente che si fa notare, che inizia a parlare per prima.
Questa volta voglio parlare delle amicizie nate "virtualmente" e diventate reali. E diciamo grazie a internet, a Facebook, tanto detestato da me nella mia vita romana, in questo modo ho avuto la possibilità di conoscere nuove realtà, persone e tra le persone, amici.
Ho già parlato di Sarah, la dolcissima "sssia" dei miei gatti tesori, conosciuta sul web e poi di persona e splendida con il suo Marco, al loro matrimonio. Vorrei parlarvi di Luisa Ghetti e Jean Michel Carasso.
Di Luisa ho parlato a sufficienza, poi lei è una persona riservata, schiva, schietta, per me è un'amica, preziosa è dire poco.
Vorrei raccontare di Jean-Michel Carasso. Lo conoscevo di nome, di lui sapevo che era un grande cuoco, un esperto di cucina di tutto il mondo. Quando l'ho visto la prima volta, nella sede fiorentina del catering "La Buona Tavola", dove dal gennaio di quest'anno si sono svolte alcune lezioni di cucina multietnica e di pani, ho provato soggezione. Io sono una timida e al primo momento ho avuto un po' di timore, che è durato devo dire pochissimo! L'accoglienza è stata di Luisa che con il suo sorriso luminoso mi ha messo a mio agio e poi lui, non mi stancherò mai di ripeterlo, in lui c'è il mondo. Il suo sguardo, il suo portamento, il suo modo di parlare, il suo fascino. In cucina (e non solo)  cattura l'attenzione, non puoi fare a meno di seguirlo nelle sue descrizioni, quando racconta di paesi lontani, delle spezie, dei profumi, dei sapori...... Insomma, sono stata conquistata dalla coppia Luisa-Jean-Michel e non li più mollati!
Il periodo estivo mi sono mancati, li pensavo, e immaginavo J.M. a Creta, tra il mare, la natura e la cucina, beh si, perchè no?
E intanto la nostalgia di vederli aumentava....
Qualche sera fa c'è stata una cena conviviale in presenza del Rabbino Levi al ristorante Ruth's kosher, e Jean-Michel era in cucina, io ho avuto l'onore di essere presente alla cena insieme a mio marito, una serata indimenticabile, la cena magnifica e non poteva essere diversamente!

Per i nomi dei piatti copio direttamente dalla pagina di facebook di Cucinarelontano Jean-Michel Carasso (non posso permettermi di sbagliare!).


pane azzimo, pita e toscano


Antipasto di lax, brik di patata, mousse di melanzane affumicate, concia del Ghetto



 piatto principale: cuscussù livornese



dessert: kissel russo al vino e spezie, sigarino alla pasta di mandorla marocchini




Il giorno dopo alla Gustar a Pistoia c'è stata la lezione di cucina Francese, io ero lì, e come potevo non esserci! Avevo nostalgia di stare in cucina con loro, e che cucina, per me è il Paese delle Meraviglie, ogni volta che entro da quella porta...
E che lezione, con i fiocchi, la cucina Francese, delle pietanze deliziose, che Jean-Michel ci ha raccontato come solo lui sa fare!

poche foto, nel blog di Luisa ce me sono molte!

http://ilmondodiluvi.blogspot.com/2011/11/gustar-scuola-di-cucina-lezione-cena.html


Luisa alle prese con il K.A.



Jean-Michel in un momento di relax





la zuppa di cipolle con l'aggiunta di un niente di vino rosso... una marcia in più!!!



Il soufflè che più bello (e buono) non poteva essere!



Quiche Lorraine con insalata con la vinaigrette, una meraviglia!



La Mousse au chocolate... mentre la divoravo...


la Crepe Suzette, non si poteva finire meglio!





E venerdì, la cucina Spagnola! Si replica. Olè!

Ah, c'è un'altra nostalgia da placare..... prestissimo. Per quella al prossimo post!








6 commenti:

  1. Olè davvero! meravigliosa la lezione di cucina francese, ti invidio non poco ;D aspetto l'ultima nostalgia...

    RispondiElimina
  2. Ah si,e venerdì cucina spagnola!!!!!! E tra ora e venerdì....... alla prossima!

    RispondiElimina
  3. Non li conoscevo. Complimenti! Buona domenica da una siciliana a Roma:)

    RispondiElimina
  4. Grazie Francesca! Buona domenica a te!

    RispondiElimina