martedì 6 settembre 2011

Piadine. E non solo!

La piadina è una scusa. No, non è vero, la piadina è buona, anzi ottima, io non avevo mai fatto le piadine, mi piacevano molto ma le compravo. Poi ho conosciuto Luisa Ghetti.
Luisa è una giovane signora di Faenza che vive insieme alla sua splendida famiglia a Pistoia, in un posto che per me è una meraviglia, un paradiso.
Luisa è una persona molto molto bella, simpatica, affabile, comunicativa e posso assicurare una ottima cuoca! Luisa è la proprietaria del blog "Il Mondo di Luvi" http://ilmondodiluvi.blogspot.com/ e insieme al mitico Jean-Michel Carasso di "Cucinarelontano lontano (ma lontano da dove...?) http://cucinarelontano.blogspot.com/.
Io ho avuto il grandissimo piacere (e fortuna e non sapevo quanta) di poterli conoscere a gennaio di quest'anno, dato che avevano organizzato dei corsi di cucina multietnica abbinata ai pani dei Paesi di riferimento, schiacciate nostrane e altre prelibatezze presso la sede del Catering "La Buona Tavola" a Firenze.
Da allora nei loro confronti da parte mia è scattata una grande affinità e non ho perso una sola lezione fiorentina.
Poi i due hanno iniziato a tenere i loro corsi a Pistoia nella meravigliosa scuola di cucina "Gustar", Jean-Michel di cucina multietnica e Luisa su come fare la pasta fatta in casa, dalle basi alla pasta all'uovo, acqua e farina e ripiena.
Io sul momento sono stata un po' perplessa, mi spaventava il rientro a casa in un'ora un po' tarda. Ma la giovane signora di cui sopra si è offerta di ospitarmi a casa sua ogni  qual volta ci fosse stata una lezione a Pistoia. E così sono iniziate le nostre frequentazioni, i nostri giri per Pistoia, il suo mettersi  a mia competa disposizione, la sua accoglienza e non solo sua ma anche da parte di tutta la sua famiglia, cagnolini compresi! Da parte mia è nata una bella amicizia, Luisa è una persona schietta, leale e positiva, e stare insieme a lei mi fa stare bene!
Divido con lei anche la passione per gli attrezzi e tutto quello che ruota intorno alla cucina, dalle materie prime alle teglie, pentole, stampi e chi più ne ha più ne metta e ogni volta che entriamo alla D.M.P. a Pistoia sono danni (per i relativi portafogli).
Non vedo l'ora che ricomincino i loro corsi... mi fanno stare bene, oh!

Insomma, dopo tanto parlare, non mi rimane di mettere il link alla ricetta delle "sue" piadine sul suo blog e di copincollare la sua ricetta!
Buone? Di più, fantastiche, e riescono che è una meraviglia!

http://ilmondodiluvi.blogspot.com/search?q=piadina


PIADINE alla LUVI

Ingredienti:
(8 piadine medie e sottili)
500 gr farina
90 gr strutto
100 gr latte
100 gr acqua
oppure 200 gr di acqua o latticello
1/2 cucchiaino di bicarbonato
poco sale
Mescolare gli ingredienti ottenendo un impasto sodo e compatto a cui darete la forma di un grosso cilindro. Lasciatelo riposare per 30 minuti.
Tagliate a rondelle grosse e stendetele col matterello abbastanza sottili (a me piacciono così..ma nei chioschi le trovi di diversi spessori)
Nella mia tradizione le piadine non devono crescere e fare bolle ne essere forate con la forchetta..
Scaldo la padella antiaderente che uso per le crepes e tengo il fornello grande al massimo del Gas.
Pochi minuti per lato e ciascuna piadina è cotta .
Calde con prosciutto e formaggio molle... è il massimo !

Le piadine



Le piadine farcite con stracchino e prosciutto

6 commenti:

  1. Ciao, piacere di conoscerti, ho letto un po' di te ed ho visto che siamo vicine,possiamo incontrarci qualche volta
    p.s. l'agriturismo dei tuoi è uno spettacolo

    RispondiElimina
  2. Ciao Cristina, il piacere è mio! Certo che possiamo incontrarci! E' vero l'agriturismo dei miei è veramente molto bello! A presto!

    RispondiElimina
  3. Non mi crederai ma non le ho mai preparate, certo che sono una bella tentazione... complimenti per lo splendido risultato, non devono essere di semplice realizzazione! Un abbraccio e buonissima giornata

    RispondiElimina
  4. Guarda che se ci sono riuscita io..... Prova questa ricetta e vedrai la magia delle piadine! Un abbraccio e una buonissima giornata a te!

    RispondiElimina
  5. Eleonora, perchè è con questo nome che ti ho conosciuto...:)
    molti mi conoscono solo per Luvi.. e forse così mi conoscono davvero...
    mi hai fatto venire la pelle d'oca.. scusa ma anche se non si direbbe sono una timida che ha preso coraggio negli anni per prendere e/o ottenere ciò che mi piace..

    ho imparato da mia nonna che ha 98 anni che nella vita non bisogna avere rimpianti, ho preso il sentimento e la testa dura da mio padre e la timidezza da mia madre..

    qualcosa ho preso da ogni incontro anche breve..

    ma ho imparato a fare di tutto una forza, di non perdere l'attimo e di scegliere .. anche se sbagliata una scelta è già un momento positivo..

    con questa ginnastica mentale e con le mie mille voglie e passioni ho incontrato persone e animali (basenji)..

    molti sono stati i feeling ma tanti anche le ripulsioni immediate, a pelle..

    come avrai capito anche io ho dei ritmi di vita strani...

    mi ha colpito quando hai scritto che quando hai compiuto gli anni ti sei sentita come iniziare una nuova vita... è proprio il tuo spirito che mi è affine, nelle scelte e negli entusiasmi pur conoscendoti da poco.

    Un abbraccio...Corsi o non Corsi aspetto la scusa per rivederci presto!

    RispondiElimina
  6. dimenticavo.. sarà un caso che il simbolo del mio blog sono delle piadine? ;)

    RispondiElimina