martedì 28 giugno 2011

Dieci anni.

Tanti pensieri si sono affollati nella mia testa in questi ultimi due giorni. Belli e meno piacevoli. Ho riflettuto tanto sulla mia decisione presa per il lavoro, troncare un periodo che è durato poco più di trent'anni non è facile, ma ho decisamente bisogno di chiudere il cerchio del cambiamento  totale della mia vita, iniziato due anni fa. E pensare che fino a sei mesi prima credevo di non poter vivere senza il mio vecchio lavoro, di non poter concepire una vita senza ufficio..... ora non ce la potrei fare più, ora la mia vita dovrà essere in qualche modo rivolta alla Cucina.
Qualcosa dentro di me in questi ultimi mesi è cambiato, si è aperto al nuovo che ho cercato con tutte le mie forze da quando ho deciso di fare il grande passo via da Roma.
Roma, un altro mordi e fuggi, rogne, cose piacevoli, poco tempo e la voglia di stare con le persone care che ho lasciato là ma che hanno continuato a rimanere nel mio cuore.
Roma 29 giugno di dieci anni fa,  il matrimonio della mia amica di sempre e per sempre Stefania, la mia Stefania che con il suo Mario domani festeggeranno il loro decimo anno di matrimonio. 
Preparativi per la borsa che avrei portato il giorno dopo in ospedale, dove sarei andata per combattere un nemico che si era insediato nel mio corpo..... dieci anni, sono qui, vincitrice di quella battaglia che mi ha lasciato dentro tanta forza e tanta paura.
Dieci anni e un mondo di auguri a Stefania e Mario con tutto l'affetto che posso e con il magone ogni volta che li saluto..... 29 giugno, è festa a Roma, SS. Pietro e Paolo, per favore, prendetevi cura della mia città!

Nessun commento:

Posta un commento