venerdì 6 aprile 2012

Non c'è Pasqua senza Pastiera!

E' così. Sono tanti anni oramai, quanti boh, forse 6 o 7 che ad ogni Pasqua preparo la pastiera, minimo due, mi è capitato anche di più quando ero a Roma, una per noi, per i colleghi, una per la mia amica Stefania...
Quest'anno sono state due, una più grande per noi e una poco più piccola per la mia cara Teacher, Rachel.
Ogni volta mi auguro che siano venute bene, mi dispiacerebbe deludere le persone alle quali le ho regalate. Va bene che io continuo a dire che la pasticceria non è proprio il mio forte ma insomma, la pastiera la dovrei fare ad occhi chiusi.
La ricetta è di Valeria Vocaturo, vado tranquilla, la seguo alla lettera e posso assicurare che riesce sempre!

La Pastiera di Valeria


questa è la pastiera che ho portato a Rachel



Stampo da 30 cm. Oppure un ruoto da pastiera + un altro piccolo.
Per la pasta frolla: 
farina gr. 300 (gr. 600)
burro gr. 150 (gr. 300)
zucchero gr. 250 (gr. 500)
2 tuorli + 1 uovo (4 tuorli e 2 uova)
Impastare e far riposare meglio per un giorno. Stendere e foderare lo stampo, la pasta frolla deve essere un po’ altina (1/2 cm), tagliare l’eccedenza con il matterello e mettere la teglia in frigo.
le dosi di frolla per questo contenuto di ripieno sono quelle tra parentesi.
Per la crema di grano:
Grano cotto da pastiera, una confezione
Latte gr. 250
Zucchero gr. 100
Burro una noce
Mettere in un pentolino, a calore moderato, il grano coperto di latte, quando sarà assorbito  completamente (circa 15 min.), si toglie dal fuoco, si aggiunge una noce di burro e 100 gr. di zucchero e si fa freddare (si può fare la sera prima per la mattina).
Per la crema di ricotta:
ricotta di pecora gr. 700
zucchero gr. 270
una bottiglietta di acqua di fiori d’arancio o millefiori
6 uova (separate tuorli e albumi)
canditi assortiti (arancio, cedro e zucca) gr. 150
Si montano gli albumi a neve con lo zucchero. Si frulla la ricotta con le fruste, si aggiungono i tuorli, l’acqua di fiori d’arancio (o millefiori) e i canditi. Si unisce la crema di grano, si mescola e si aggiungono le chiare montate a neve e poi si versa nella pasta frolla.
Con la pasta rimanente si fanno le strisce un po’ altine e si incrociano. Si mette in forno ventilato a 180 per 1 ora, poi si lascia a freddare in forno spento.

Con questo dolce voglio fare a tutti un grande augurio per una buona Pasqua, per tanta serenità, ne abbiamo bisogno sicuramente tutti!

8 commenti:

  1. Complimenti per la tua pastiera !
    Tanti auguri di Buona Pasqua !

    RispondiElimina
  2. Grazie Silvia! Buona Pasqua a te!!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Marinora,
    passata una serena e divertente Pasqua?
    Se passi da me, c'è un premio per te (ho fatto la rima :-p)

    Ciao e buona giornata,
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, Ho passato una Pasqua tranquilla e serena,grazie! In cucina c'è stato mio marito, io ho preparato pastiera, torta al formaggio e pizza di Civitavecchia!
      passo da te, o.k.!

      Elimina
  4. Quest'anno l ho fatta anche io:-) la tua e' strepitosa! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ombretta! Era veramente buona!

      Elimina