giovedì 19 aprile 2012

Gli involtini di Franco

Parecchio che non scrivo, me ne rendo conto. Torno sul mio blog con una non ricetta, ma ve ne parlo volentieri.
Una cosa che mi fa tantissimo piacere, che mi fa bene al cuore è vedere mio marito sereno. 
Non mi voglio dilungare su i momenti no che capitano a tutti, i periodi difficili che si incontrano, per carità! Non mi va e non mi sembra giusto.
Oramai sono parecchi i post in cui ci sono ricette cucinate da Franco, sempre secondi piatti, la sua passione in cucina! Mi piace come si prepara allo svolgimento della ricetta, come studia gli ingredienti, il modo di cucinarli, gli attrezzi da usare in cucina.
Trova le ricette, sfoglia i moltissimi libri della nostra biblioteca di cucina, cerca in rete, passa alla ricerca degli ingredienti, poi all'esecuzione del piatto.
Insomma, non cucina e basta, cucina con passione, con consapevolezza.
Ama i profumi del cibo, ascolta il rumore del sobbollire di una salsa, oggi a pranzo, per esempio ha seguito con attenzione l'intero svolgimento del risotto con pecorino e pere, chissà, magari il prossimo risotto sarà fatto da lui!
Io ne sono felice, orgogliosa, lui dice che oltre ad avere già dentro questo amore per la cucina, vedere me all'opera, i gesti, le tecniche..... beh, lui afferma che sta imparando a cucinare!!!!

Gli involtini sono una rivisitazione dei Saltimbocca alla romana, sottili fettine di vitello con sopra prosciutto e salvia, forse uno e basta con aggiunta di pecorino toscano, ottima variazione, arrotolati, fermati con stecchini e cotti in olio e vino bianco. Ricordo di casa, di mamma.....

Molto molto buoni, noi li abbiamo accompagnati con degli agretti "nature" che prendendo il sapore dalla salsa degli involtini sono diventati ancora più gustosi.



4 commenti:

  1. Mmmmmhhhhhhhhhhhhhh
    Ciao Marinora, che fame che mi viene ogni volta che passo da te! :-D
    Che bello leggere di tuo marito e del suo amore per la cucina, l'attenzione che ci mette e la cura.
    Poi diventa tutto più buono ^_^

    Buon week end
    Sara

    RispondiElimina
  2. Sara!!! E' vero, mio marito dimostra sempre di più amore per la cucina! E io non posso che esserne felice!
    grazie e buon week end a te!

    RispondiElimina
  3. Gli involtini sono sempre un ottimo secondo piatto, una versione molto gradevole

    RispondiElimina
  4. In effetti sono buoni anche se relegati a secondo piatto "un po' così", "niente di che, involtini"!
    Invece, quando sono ben fatti, con una farcia stuzzicante, riescono ad essere un secondo piatto degno di questo nome!
    Grazie di essere passato di qui!

    RispondiElimina