lunedì 15 ottobre 2012

Canarde à l'Orange... e stasera finalmente l'esame di cucina!

Oh bene, finalmente siamo arrivati al tanto atteso esame di cucina. Non vedo l'ora di tirare su quel bigliettino con la ricetta da fare. Da quel momento in poi, concentrazione e cuore, e dare il meglio!

Questa ricetta l'ho voluta provare domenica scorsa e devo dire che ci è piaciuta moltissimo e la marmellata fatta così espressa ha regalato la marcia in più alla nostra  anatra!


Dalla brochure che ci ha dato Il nostro docente Chef Andrea Bennati:
Piatto della tradizione culinaria francese, ma che, forse non tutti sanno, fu esportato da Firenze a palazzo Versailles da Caterina De' Medici, che già cucinava questo piatto in Firenze, usando quelle piccole arance che si producevano all'epoca nel territorio.

Pulite e fiammeggiare l'anatra, sgrassarla in una padella di ferro a bordi alti, salarla, peparla e farcirla con un mazzetto aromatico tradizionale, con l'aggiunta di rigatino e spicchi d'arancia. Formare un fondo di cottura in una teglia da forno (sedano, carota e cipolla a pezzettoni), ungere con poco olio e cominciare a far soffriggere in tutte le sue parti. Fiammeggiare con un bicchiere di liquore all'arancia e un bicchiere di succo d'arancia. Aggiungere due arance tagliate brunoise e finire di cuocere in forno a circa 180°. Quando l'anatra sarà cotta, disporla nel piatto da servizio e deglassare il fondo di cottura con burro (un po' di farina) e marmellata d'arancia amara. Servire nappando la carne con la suddetta salsa.

Per la marmellata:
Si pesano 2 arance, si fanno bollire per tre volte partendo da acqua fredda, poi si frullano con pari peso di zucchero. Si fanno cuocere in una pentola a fondo pesante per 10 minuti.


Io ho cotto l'anatra in una cocotte di alluminio pressofuso, mi trovo benissimo!



nella cocotte prima di andare in  forno





eccola, con la marmellata e fiorellini di arancia

6 commenti:

  1. Ciao Marinora, io non vado pazza per gli arrosti, anzi, per dirla tutta, non solo non li cucino mai, ma li mangio quando...me li trovo sul piatto ospite in casa d'altri. Ma...c'è un ma, ed è l'anatra all'arancia che mi piace immensamente. Mia mamma la cucina in maniera strepitosa e, giusto per sabato prossimo, le ho fatto promettere che me la preparerà. Le dirò di provare con l'aggiunta di liquore all'arancia che mi ispira assai questa tua versione. In bocca al lupo per il tuo esame di cucina !!

    RispondiElimina
  2. Grazie Cristina! E' stata la mia prima anatra all'arancia e devo dire che era buona buona e alla fine, anche semplice da fare!
    E crepi il lupo per stasera!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Marinora,
    come è andato l'esame? :-)
    Bellissima anatra, e deve essere pure ottima, a me non riesce molto di cucinarla.... mi resta sempre dura!

    Baci,
    Sara

    RispondiElimina
  4. Prima di tutto spero che l'esame sia andato bene!
    Il tuo blog è meraviglioso, voglio provare a fare praticamente TUTTE la ricette che ho visto! Complimenti e a prestissimo!!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Sara! L'esame è andato, io dico che poteva andare meglio ma oramai .... comunque è andato bene! L'anatra è ottima veramente. Attenta al punto di cottura. 82° al cuore per 15 minuti ed è sanificata, non farla cuocere di più! Riprovaci!!! Baci a te!

    RispondiElimina
  6. Dani cara, sei troppo buona!!!! Sono ricette semplici, fattibili e testatissime!
    L'esame è andato bene ma io, critica ed incontentabile, volevo andare meglio.... I voti li sapremo martedì prossimo alls consegna degli attestati! Grazie ancora e a prestissimo!

    RispondiElimina